Trekking ABC - Campo Base Annapurna (Nepal)

Diario di Viaggio di Spring Breaker - Roberta Mandelli

 

Questo è un viaggio nel viaggio.

Un viaggio diverso, un viaggio che mi ha portato sulle alte montagne dell'Himalaya ma che mi ha portato anche nella profondità dell'anima del Nepal. Un viaggio che mi ha avvicinato alle persone (e allontanato al tempo stesso). Un viaggio che consiglio a tutti, almeno una volta nella vita, e che mi ha fatto capire ancora una volta quanto camminare, semplicemente camminare, giorno per giorno, può farti capire di te stesso e degli altri.

Grazie a tutti quelli che mi hanno seguita sulla pagina facebook Spring Breaker, ! (Certo, quando c'era il wi-fi ;-) )

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

27 Ottobre 2016 - 05 Novembre 2016.

Trekking di 10 giorni da Pokhara verso il Campo Base dell'Annapurna (Annapurna Sanctuary) e ritorno.

Ho scelto il percorso dell'Annapurna Sanctuary e non il Circuit un po' per il tempo a disposizione (l'Annapurna Circuit dura 18 giorni) e un po' perchè avevo letto da qualche parte che il secondo si interseca spesso con uno stradone battuto oltre che dai trekkers da un sacco di jeep che non ti fanno respirare.

 

Il Diario di Viaggio di tutto il viaggio in Nepal lo trovate qui:

 

 

 

  • 27 Ottobre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary
    Da Pokhara (827m) a Tikhedunga (1540) passando da Nayapul.

Eccoci sull'Himalaya! Stiamo risalendo verso il campo base dell'Annapurna e per oggi la camminata e' stata tranquilla. Viaggiamo guidati da Arjun, la nostra guida e il suo amico portatore... abbiamo tentato in tutti i modi di capire il suo nome con scarso successo - entrambi della fantastica agenzia di Kathmandu Eagle Treks.

Il percorso dell'Annapurna Sanctuary attraversa dei villaggetti particolarissimi e incrociamo anche una scuola dove alcune bambine danzano e cantano mettendoci allegria. Dopo un' ultima salita arriviamo a destinazione, il lodge dove dormiamo e' molto spartano, sembra di stare in una piccola capanna tra le montagne... e adesso che è sera le casette qui intorno sono illuminate come un presepe. È davvero bellissimo.

Namaste ❤️

 

  • 28 Ottobre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary

         Da Tikhedhunga (1540) a Ghorepani (2870) 
Oggi iniziamo la camminata con una scalinata lunghissimissima... a tratti penso di non farcela ma fortunatamente una fila di muli che salgono davanti a noi ci rallentano un pochino. Trasportano acqua e viveri ai lodge superiori e attraversano con noi ponti sospesi su cascate cristalline e i villaggi dove anziane signore cantando iniziano a lavorare. Incrociamo anche qualche bimbo che va a scuola, a piedi per chilometri sulle montagne fino a quella più vicina, anche a più di un'ora e mezza di cammino - ci racconta Arjun. Quando arriviamo, passettino passettino, alla nostra meta posso dirmi orgogliosa di me, e' appena passata l'ora di pranzo e abbiamo ancora un po' di tempo prima di cena per comprare un buffo cappello e fotografare le ennesime bandierine colorate che sventolano sulle nostre teste. Una grandissima fetta di torta di mele davanti alla stufa del lodge, rifocilla noi e tanti trekkers da tutto il mondo... e, sorpresa, abbiamo persino il bagno in camera!

Namaste ❤️

  • 29 Ottobre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary.

      Da Ghorepani (2830) a Tadapani ( 2430) 
Stamattina sveglia alle quattro e mezza per andare a vedere l'alba su a 3200 a Poon Hill. Il sole tinge le cime innevate dell'Annapurna di rosa e il colpo d'occhio e' incredibile. 
Dopo una ricca colazione si parte! La strada oggi e' immersa nei boschi e costeggia a tratti un torrente, dove in segno di buona sorte le bandierine colorate sono tese tra piccole torri di pietra fatte con i ciottoli del fiume. Ogni tanto incrociamo un gruppo di bimbi che percorrono il sentiero verso l'ABC tra un villaggio e l'altro cantando la tipica canzone "Resham Firiri" e porgendo ai trekkers ghirlande di fiori... quando arriviamo a destinazione, dopo un' ultima salita ( ormai gli scalini sono nostri alleati ) , Tadapani e' immersa nei festeggiamenti del Festival delle Luci, e anche adesso che è sera i giovani continuano a divertirsi con canti e balli tipici. L'aria che si respira qui sull'Himalaya ci toglie tutta la stanchezza... ma domani ci aspetta un altro viaggio!

Namaste ❤️

  • 30 Ottobre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary

      Da Tadapani (2430) a Chomrung (2170)

Oggi decidiamo di prendercela più con calma e trasformiamo il trekking in una bella passeggiata. Le montagne intorno a noi sono bellissime e i lodge che incontriamo pieni di fiori di tutti i colori.

Dopo una ripida scalinata (tanto per cambiare...) ci si para davanti una ruota panoramica in legno che dà sulla vallata, ma...aspettate! Guardiamo meglio ed è una specie di altalena: ci invitano a salire ed è un'emozione unica.

Il tè al limone, zenzero e miele che ci offrono subito dopo la "giostra" ci ristora e ripartiamo entusiasti. La strada continua tra i boschi e la camminata è piacevole e non troppo faticosa... o siamo noi che siamo diventati più forti? Forse domani allunghiamo un po' la tratta, di modo da giungere al campo base un po' prima. Per ora ci rilassiamo su una bella terrazza che dà sull'infinito cielo che incomincia a scurire. Aspettiamo le stelle.

Namaste ❤️

  • 31 Ottobre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary

      Da Chomrung (2170) a Dovan (2870)

Come previsto oggi abbiamo allungato un po' il percorso... e siamo arrivati prestissimo a destinazione comunque! Lungo la strada incrociamo trekkers da tutto il mondo, anche una famiglia veneta comprensiva di bambini. Li guardiamo stupiti: e noi che ci sentivamo quasi degli eroi :-D.

Il caldo è appiccicoso e ritorniamo alle maniche corte più che volentieri. Torrenti, cascate, piante, ponti sospesi, ponticelli di legno, scale scale e ancora scale. Scale su e scale giù, sembra di essere in un quadro di Escher. Gli adorati noodles ci saziano e ci danno la carica per arrivare a destinazione.

All'arrivo però il sole è sceso, e da qui in poi, oltre a non poter più mangiare carne in rispetto alla zona sacra, non è più permesso nemmeno il riscaldamento!

Vado a dormire col cappello e mi rannicchio nel sacco a pelo.

Mi date un abbraccio caldo?

Namaste ❤️

  • 1 Novembre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary

       Da Dovan (2870) a Machhapuchhre Base Camp (3700)

Oggi si sale, e di tanto! Abbandoniamo le foreste verdeggianti e si vede finalmente il cielo sopra di noi: le vette dell'Annapurna si stagliano bianche e rosa contro l'azzurro e a fianco a noi si apre la vallata scavata dal fiume. I ponti sono sempre più pericolanti e il paesaggio diventa brullo e roccioso. Davvero imponente, sembra quasi di essere su un altro pianeta.

Quando arriviamo al MBC (Machhapuchhre Base Camp)  siamo quasi surgelati, e dato che non c'è nessun riscaldamento cerchiamo di coprirci il più possibile e di scaldarci con un caffè bollente. Qualcuno sa come riattivare la circolazione dei piedi? Aiutooo!

Ora siamo nel sacco a pelo, vestiti di tutto punto nel piccolo rifugio che ci accoglie... sperando che le dita non si stacchino dai piedi e di arrivare all'indomani.

Ma la stellata è indimenticabile!

Namaste ❤️

  • 2 Novembre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary.

       Dall'MBC (3700) all' Annapurna Base Camp (4130) e discesa a Bamboo (2335)

Ce l'ho fatta! Oggi, il giorno del mio trentaquattresimo compleanno, sono arrivata al Campo Base dell'Annapurna.

Ci svegliamo prestissimo e partiamo che è ancora buio. Abbiamo lasciato gli zaini all'MBC, li prenderemo quando torniamo giù. Ma ora: torcia in testa e gambe in spalla! Le due ore che tra le cinque e le sette ci accompagnano su all'ABC me le ricorderò come le più tranquille da un sacco di tempo: solo noi, il torrente ghiacciato, Razam (il nostro portatore) che scopre la neve per la prima volta e salta da una roccia all'altra rivelando la sua giovane età, il nostro respiro - un po' affannato, è vero - ma che ci fa sentire vivi

Arriviamo al Campo Base con il sole che incomincia a scaldarci e le bandierine che sventolano i loro colori davanti alle montagne più belle del mondo.

Da qui sono partite mille spedizioni.

Da qui parto io, in discesa questa volta, perchè le salite sono finite e posso scivolare, tranquilla, verso il mio futuro.

Namaste ❤️

  • 3 Novembre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary.

       Da Bamboo (2335) a Jhinu Dada (1780) 

Scendiamo, scendiamo, scendiamo e scendiamo ancora. Intorno a noi tutto ritorna verde e fiorito, ma appena ci voltiamo le vette dell'Annapurna ci guardano bianche dall'alto. Sono quasi degli angeli custodi, e vi assicuro che trovare un punto da cui non si vedono è quasi impossibile. 

Ripercorriamo i nostri passi e incontriamo i villaggi che ormai ci sembrano familiari anche se li abbiamo visti una volta sola. Ci fermiamo a pranzo sulla stessa terrazza che ci aveva accolto a Chomrung qualche giorno fa e poi ancora giù sul ponte sospeso dove abbiamo incontrato i veneti per la prima volta. 

Quando arriviamo a Jhinu Dada ci aspetta una bella sorpresa: questo paesino è famoso per le sue sorgenti naturali di acqua calda. Non ce lo facciamo ripetere due volte e prepariamo i costumi: queste terme naturali sono un angolo di paradiso, cerco di capire se anche le scimmiette dall'altra parte del torrente la pensano come me...ma loro sembrano poco interessate alle mie domande e preferiscono rincorrersi sugli alberi. Chissà perchè? ;-)

Namaste ❤️

  • 4 Novembre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary.

       Da Jhinu Dada (1780)  a Birethanti (1030)

Oggi è l'ultimo vero e proprio giorno di trekking, domani infatti abbiamo deciso di lasciarci solo una mezz'ora di camminata per poi andare a lanciarci con il parapendio. Giusto per chiudere in bellezza :-) .

Ma oggi mi godo minuto per minuto la mia passeggiata: saluto i ponti, le scale, i villaggi, i bimbi, il verde e i fiori, i muli e le altalene. Solo l'ultima parte del sentiero immette in uno stradone più grande, sempre sterrato, l'asfalto qui non sembra esistere. E ritorniamo al punto di partenza: Birethanti. E' strano guardare adesso questo ponte che abbiamo oltrepassato il primo giorno e rendersi conto che una volta arrivati dall'altra parte questa esperienza sarà terminata. 

Il nostro lodge è proprio al di là del fiume. Guardiamo il sole tuffarsi nell'acqua e, poco più su, la luna che è già sorta. Notte e giorno si salutano e convivono, ancora per un po'. 

Più tardi troviamo una scaletta che sale sul tetto del lodge, e rimaniamo per un po' fermi con il naso in su a guardare le stelle che si confondono con le luci dei villaggi circostanti.

Non si capisce dove finisce il cielo e dove iniziano le montagne.

Non si capisce dove finiscono le montagne e dove iniziamo noi.

Namaste ❤️

  • 5 Novembre 2016. Nepal - Annapurna Sanctuary.

       Da Birethanti (1030) a Pokhara (827)

Stamattina ci svegliamo e facciamo lo zaino per l'ultima volta.

Mettiamo a forza i sacchi a pelo nelle custodie ( ...come abbiamo fatto a farceli stare?), la giacca gialla e la mia azzurra nella tasca sotto, insieme a quell'asciugamano inumidito dal fiume che "quasi quasi quando torno a casa lo butto". Tutti gli - ordinatissimi - sacchetti uno sull'altro. L'ultimo pacchetto di frutta secca che alla fine non siamo riusciti a mangiare. La torcia da testa va nella tasca sopra insieme alle salviettine umidificate. Di fazzoletti di carta ne abbiamo ancora? Possono sempre tornare utili. E di rupie ne abbiamo ancora? Mmmm... contate. Le birre Everest erano care lassù.  

Mi faccio riempire le borracce di "safe water", mi allaccio le scarpe troppo pesanti e afferro i miei benedetti bastoni da trekking. 

E, per l'ultima mattina, partiamo.

La camminata è breve, in meno di un'ora ci porta a Nayapul, dove ci aspetta la piccola auto che a sobbalzi ci accompagna a Pokhara. Ripenso a questa avventura.

Sono stati 10 giorni intensi e leggeri, sono scivolati via lasciando una scia di tranquillità e bellezza che non dimenticherò facilmente. Arriviamo alla base per il lancio col parapendio, ma oggi c'è poco vento e qualcosa ci dice di non rischiare.

 

...del resto, chi ha bisogno di ali per volare, quando si sente già così felice?

Namaste ❤️

Da qui in poi inizia un'altra parte del viaggio, ma questa è un'altra storia, che potete trovare qui:

Io, intanto, faccio un piccolo passo indietro, e vi saluto. Namaste ❤️

Spring Breaker

Roberta Mandelli

Sta programmando un viaggio in Nepal? Cerchi informazioni sul trekking dell'Annapurna o semplicemente su cosa mettere nello zaino? Scrivimelo qua sotto nei commenti e condividi! Poi scrivermi anche a robertaspringbreaker@gmail.com Ti aspetto anche sulla mia pagina facebook Spring Breaker!

 
My book now
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2015 by Spring Breaker - Roberta Mandelli.

  • Facebook B&W
  • Twitter B&W
  • Google+ B&W