Mercatini di Natale: Merano VS Grinch.

Sarà che sono un'inguaribile romantica, sarà che sto pensando ai regali già da un po'... sta di fatto che vorrei prendere e partire subito per i Mercatini di Natale!

E visto che quest'anno passerò gran parte dell'avvento in Oriente e mi sa che lì non ci sarà molta atmosfera natalizia... ho pensato di aiutarvi a portarne un po' a casa vostra.


Grinch permettendo.


Eh già, perchè ognuno di noi ha in famiglia o tra le amicizie un Grinch ( o uno Scrooge se preferite) che tutti gli anni cerca di rovinarci le feste: a volte è l'amica cinica, a volte il marito brontolone oppure i figli preadolescenti. In ognuno di questi casi provate con una "terapia d'urto", forse un po' forte, ma che almeno permetterà a voi di fare una scorpacciata di spirito del Natale buono: portateli ai Mercatini di Natale!

Dove? Io vi consiglio Merano in Trentino Alto Adige.


Quand'ero piccina passavo tutte le vacanze estive con la mia famiglia vicino a Bolzano, così quando metto piede in Alto Adige torno bambina. Immaginate sotto Natale: le casette di legno dei mercatini, la pista di pattinaggio su ghiaccio, le luci, la neve... <3

Ed ecco il Grinch che mentre a voi brillano gli occhi sta già iniziando a sbuffare. Beh, tappategli/le la bocca, soffocate le lamentele del tipo "di questi tempi volare è pericoloso" caricandolo/la su un treno o una macchina e partite alla volta del Südtirol!

Da lì in poi seguite questa guida e vedremo chi l'avrà vinta ;-)


  • Le casette di legno

Le casette di legno che compongono il magico Mercatino di Natale si trovano lungo la passeggiata Lungo Passirio a lato del fiume, e alcune in Piazza Terme intorno alla pista da pattinaggio. Sono aperte dalle 10 alle 19.30 abitualmente, mentre il venerdì il sabato e i festivi fino alle 20.

Sono una più bella dell'altra e propongono articoli, idee e addobbi - fatti a mano e non - in legno, lana, lana cotta. Troverete di tutto: dalle decorazioni per l'albero di Natale ai cappellini, dai calzettoni caldissimi alle ghirlande e le candele... tutto quello che immaginate possa arredare la casa di Babbo Natale lo troverete lungo la strada. Il mio posto preferito però rimane il Villaggio di Natale di Käthe Wohlfahrt: come fate a riconoscerlo tra tutte le altre casette di legno? Io non ve lo dico, ma sono sicura che lo capirete da voi.

Un consiglio per non far innervosire il Grinch: arrivate presto per evitare le folle e sappiate che c'è un parcheggio a pagamento appena prima del ponte, vicino alle terme. Così il Grinch non dovrà faticare troppo e avrà meno motivi per lamentarsi. Sta già brontolando? Prendetegli una cioccolata calda per tenerlo occupato mentre fate il primo giro di ispezione.



  • 2. Strudel e non solo

Ecco una parte che di solito al Grinch piace ...o per lo meno non storce il naso. Oltre alle casette di legno con i regalini e gli addobbi infatti ci sono gli stand che vendono prodotti di gastronomia gustosissimi e tipici della tradzione tirolese. Potrete portare a casa enormi strudel artigianali, dolci di tutti i tipi, formaggi, chili e chili di speck, birre artigianali, miele, grappe e...

Avete sentito questo silenzio? Sì. E' il Grinch che ha smesso per un attimo di borbottare. Continuate a leggere che magari gli strappiamo anche un mezzo sorriso...


  • Street food

Quando si avvicina l'ora di pranzo c'è solo l'imbarazzo della scelta. Potete optare per lo street food classico ovvero un buonissimo hot dog wurstel e crauti seguito da un waffle ricoperto di cioccolato; ma anche se volete sedervi potete gustare qualcosa di tipico, rigorosamente appoggiati a uno dei tavolacci in legno all'aperto... che ne dite di un piatto di spätzle filanti o di knödel in brodo? Beveteci sopra una buona birra, scaldatevi con il vin brulè e... come? Avete ancora fame? Allora una cioccolata calda con panna e cannella non ve la toglie nessuno!

Ora giratevi verso il Grinch: lo vedete quel mezzo sorriso che nasconde sotto i baffi?

  • Cena kitsch and chic

Andate in Piazza Terme e voltate le spalle alla pista da pattinaggio guardando verso il fiume. Le vedete quelle palline di Natale giganti con dentro sedute delle persone? Non preoccupatevi, non avete le traveggole e non è nemmeno il vin brulè che vi ha dato alla testa! Si tratta delle piccole salette per 8/10 persone di un ristorante un po' particolare, dentro sono riscaldate e verrete serviti e riveriti. Anche qui prodotti tipici ma à la carte e serviti con ottimi vini. Un po' più chic dello street food... o solo più kitsch?

Se il Grinch non gradisce forse può andare a farsi...

...una bella pattinata sul ghiaccio, che avete capito?

P.S. Gli stand di gastronomia sono aperti più a lungo delle altre casette. In settimana e la domenica fino alle 21 e il venerdì e il sabato fino alle 22.30.


  • L'invasione dei Krampus

Se girate per la zona pedonale di Merano e sentite un forte rumore di campanacci per le strade non stupitevi di vedere le stesse persone che un attimo prima giravano quiete per negozietti riversarsi improvvisamente sotto i potrici, tra il curioso e il divertito. Probabilmente sta arrivando San Nicolò con i Krampus a salutare (e spaventare) grandi e piccini. Pronte con la macchina fotografica e attenzione a non farvi prendere alla sprovvista dai Krampus: questi diavolacci travestiti sono tutt'altro che tranquilli! Scatenati e con maschere inquietanti gli uomini-caproni si riversano correndo e ringhiando per le strade tra le urla dei bambini e le nostre...

Lo vedete ora il Grinch come si diverte, alla faccia nostra?


  • Relax alle terme

Le Terme di Merano sono meravigliose. Oltre alle saune, i bagni turchi, i massaggi e le zone a buffet perpetuo ci sono delle enormi piscine che hanno una parte al chiuso e una parte all'aperto, riscaldata, da dove vi potete godere la vista delle montagne immersi nell'idromassaggio fino al collo mentre fuori c'è la neve. L'ingresso giornaliero costa 25/27 euro, ma se volte potete scegliere un ingresso di 2 o 3 ore. Unica controindicazione: non si può prenotare e se andate nel weekend sono un po' piene e c'è il rischio dell' effetto "parco acquatico" a Ferragosto.

Se vi dovesse capitare e il Grinch cominciasse a brontolare avete una sola chance: buttarlo nella piscinetta tonda che trovate all'esterno sulla sinistra... è ghiacciata!

Che dite, lo shock potrebbe farlo rinsavire?

Devo dire che a me il weekend a Merano è piaciuto un sacco, ma è anche vero che io adoro il Natale. Ma se state ancora pensando: "Eh sì, la fa facile lei, se porto il mio Grinch ai mercatini mi pianta un muso che mi rovina il weekend!" non c'è altra soluzione che mollare tutti per due giorni, dire "bye bye" e godervi la vostra meritatissima vacanza!

Buon Pre/xmas!

Spring Breaker

Roberta Mandelli

E voi? Avete un "Grinch" in famiglia? O qualcuno che ama rovinarvi i weekend e le gite fuori porta? Come lo combattete? Scrivetemelo qua sotto nei commenti.

Se invece volete sapere come organizzare il weekend perfetto per voi cliccate qui: Weekend: scegliere la meta perfetta. E se volete una mano per i regali di Natale provate a guardare qui.


 
My book now