Cammino di Santiago 1/3

Diario di Viaggio di Spring Breaker - Roberta Mandelli

 

La mia esperienza lungo il Cammino Francesce, 500 km a piedi in 19 giorni di pellegrinaggio da Burgos a Santiago de Compostela. Sarei dovuta partire da Leon una settimana dopo, avevo anche già preso il volo... ma che ci volete fare. E' il Camino che decide cos'è meglio per te... e, complice una settimana di ferie in più e tanta voglia di mettersi alla prova, sono partita il 27 Giugno da Burgos anzichè il 4 Luglio da Leon.

 

27 Giugno 2015 - 4 Luglio 2015

Prima settimana del cammino di Santiago: da Burgos a Leon.

Qui trovate il diario della prima settimana di camino, qui invece le altre due.

 

 

Trovate una mia riflessione sul anche nella sezione BLOG: Cammino di Santiago: il cammino della trasformazione.

 

 

  • 27 Giugno 2015.

Prima tappa del cammino di Santiago: da Burgos a Hornillos del Camino.

Se pensate che venti chilometri a piedi con lo zaino sotto il sole siano stancanti, non avete conosciuto David, pensionato francese che oggi ha scollinato i 1000 chilometri partendo da Lione senza nessun problema. Come ha fatto? Andando piano piano, a detta sua. Senza esagerare. E godendosi le giornate. Che tanto la strada e' li' e mica scappa. L'ho incontrato stamattina verso le sette alla partenza e l'ho ritrovato nella branda di fianco alla mia all'albergue, insieme a un giapponese che e' la copia del Maestro Miyagi. Se lo convinco a fargli una foto ve la mando! Ultreya!

  • 28 Giugno 2015.

Seconda tappa del Cammino di Santiago: da Hornillos del Camino a Itero dela Vega.

Ok. Oggi ho un pochino esagerato e al 22 esimo chilometro dopo la graziosa cittadina di Castrojeriz ho deciso di proseguire, nel sole di mezzogiorno, sperando di trovare posto per dormire all'albergue della Confraternita di San Giacomo - che era pieno.
Ecco che quindi mi si e' parata davanti una salita che, nella mia memoria, si trasformera' nella Salita Piu' Lunga e Deserta del Mondo. Non sono morta ma nella mesetas successiva, che scorre per tipo sei chilometri senza un albero nemmeno a pagarlo, ho un po' accusato il colpo.
Adesso noi reduci siamo qua a sognare la cena, finalmente.
Perche' dopo una salita meno male c'e' la discesa. Dopo il sole l'ombra. E taaaanta acqua fresca!!!

  • 29 Giugno 2015.

Terza tappa del Cammino di Santiago: da Itero dela Vega a Villarmentero de Campos.

Quando si cammina verso Santiago il sole sorge dietro di te e proietta la tua ombra, lunghissima. Oggi ho scoperto che un Hospital a Castrojeriz ha creato un libro con le ombre di tutti, e mi e' venuto da ridere pensando alle mie foto di questi primi giorni.
Una donna, partita anche lei da sola dagli States - per ritrovarsi adesso che la figlia sta crescendo, dice che camminiamo appunto per guardare dentro la nostra ombra.
Voi che ne dite? Io ci bevo sopra un bicchiere di vino...

  • 30 Giugno 2015

Quarta tappa del Cammino di Santiago: da Villarmentero de Campos a Calzadilla De La Cueza.
I Terribili 17 km sono passati. 17 km con 39 gradi senza ombra, acqua, niente. Solo io e la strada, e qualche altro sparuto pellegrino.
Anzi, sparutA pellegrinA, la maggioranza su questo tratto difficile. E qui rispondo a tutte voi che mi scrivete: 'mi piacerebbe, ma non ce la farei mai'. Si puo' fare! Davvero! Ne sono certa perche' ho incontrato lungo il cammino finora un sacco di donne: tante pensionate, alcune ragazze giovanissime. Da tutto il mondo, ma poche italiane. Perche'? La nostra cultura del 'senza un uomo? Che paura!' o del 'ma io ho famiglia' ci frena? Non ho una risposta, magari ce l'avete voi?
P.S. : Alla fine dei 17 km l'albergue a 5 eurini ha anche la piscinaaaa! Me felice!

  • 1 Luglio 2015

Quinta tappa del Cammino di Santiago: da Calzadilla de La Cueza a Sahagun.
Sahagun e' la citta' che sta esattamente - si dice - a meta' del Cammino Francese. Non so se sia vero e comunque avendo io iniziato un po' piu' tardi, non e' prorio la 'mia' meta'.
Pero' oggi a meta' strada tra un paese e l'altro sono stata sorpresa da un enorme distesa di girasoli....io cosi' tanti insieme e tutti girati verso di me non li avevo mai visti, cosi' tra una risata e l'altra ci sono entrata letteralmente dentro!
Li trovate qui sotto: che infondano un po' di energia anche a voi per la prossima meta' del vostro cammino, qualunque sia la vostra meta. :-)

  • 2 Luglio 2015

Sesta tappa del Cammino di Santiago: da Sahagun a Reliegos.
C'e' questa donna che deve essere piu' avanti di me e che lascia sui monumenti, i segnali stradali con le frecce gialle che indicano la direzione, le porte degli eremi che ci sono lungo la via dei messaggi di pace chiedendo di pregare per l'Ucraina. Li lega con dei nastri blu e gialli, come la bandiera e come il cielo azzurro e i campi che ci sono qui intorno. Devo capire chi e' e spero di incrociarla a un certo punto.Intanto oggi ho acceso una candela per loro, lo fate anche voi? :-)

P.S. Gli ultimi 13 km fino a Reliegos sono interminabili, e ci ho guadagnato la mia prima vescica... pero' cosi' domani arrivo a Leon!

  • 3 Luglio 2015

Settima tappa del Cammino di Santiago: da Reliegos a Leon.
Eccomi! Finalmente ho un minuto per scrivere...
Stamattina sveglia, come vedete dalla foto, prima dell'alba. In giro per i campi con la torcia! ahhaha Non ero la sola e sulla strada lo spagnolo con cui ho chiacchierato ieri sera - che fa il cammino per il 13esimo anno - mi ha ricordato che poco prima di Mansilla des las Muras c'e' una fonte... importantissima. Infatti alla base di questa riserva d'acqua ci sono sassi e pietre e il pellegrino che passa (in questo caso io) puo' prendere la pietra che rappresenta i peccati da cui si vuole liberare e che lascera' piu' avanti alla Cruz de Hierro.
Cosi' adesso il mio zaino e' piu' pesante... :-0
Senza farmi scoraggiare dallo zaino appunto piu' pesante, sono arrivata a Leon. Le vesciche sono aumentate ma Leon e' bellissima quindi non sono riuscita a stare ferma un attimo a riposarmi per vedere tutto!

P.S. Oggi sarei dovuta arrivare a Leon anche secondo il mio progetto iniziale. Un volo per Madrid quindi ha viaggiato con un sedile vuoto... o l'ha riempito qualcuno di voi? ;-)

Ti chiedo di lasciare qua sotto nei commenti una tua esperienza o un tuo pensiero sul Cammino di Santiago, e di condividere questo diario con chi vorrai. Se vuoi leggere una breve riflessione sul Cammino Francese la trovi sul mio BLOG: Cammino di Santiago: il cammino della trasformazione. 

 
My book now
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

Grazie! Il messaggio è stato inviato.